Odore, colore e consistenza delle feci dicono molto sul nostro stato di salute. Quella che comunemente chiamiamo cacca è infatti da ritenere un valido indicatore per capire se il nostro organismo sta cercando in qualche modo di comunicarci qualcosa.
Vediamo quindi tutto ciò che c’è da sapere sull’aspetto dei nostri escrementi e quando è il caso di preoccuparsi e contattare un medico.

Cosa sono le feci

Le feci sono per lo più alimenti non digeriti, proteine, batteri, sali e altre sostanze che vengono prodotte e rilasciate dall’intestino. Sebbene ognuno sia unico per dimensioni, forma e odore della sua cacca, ci sono alcune cose che indicano una cacca sana (o malsana).
Di norma il colore delle feci è marrone, tonalità data dalla bilirubina, ossia un composto di pigmenti formato dalla rottura dei globuli rossi nel corpo. Non sempre però questo è vero. Tramite colore, odore e consistenza, infatti, il nostro corpo ci parla della nostra salute, e dunque può capitare di avere feci più chiare, più scure, verdi, nere, rosse, gialle o bianche.

Feci normali

La cacca sana può essere varia e unica come le persone che la producono. Ma ci sono alcune regole generali da seguire se vogliamo capire se abbiamo feci normali o meno. Queste riguardano in particolare:

  • Forma
  • Misura
  • Consistenza
  • Durata dell’evacuazione
  • Frequenza dell’evacuazione

Forma

Una forma un po’ cilindrica rappresenta il modo in cui le feci sane dovrebbero essere, giacché fuoriescono dal colon/retto (dunque ne assumono la forma). Tuttavia, ci sono diverse varianti estetiche che la cacca può assumere. In ogni caso, se le nostre evacuazioni si differenziano dalla forma a tronco o a salsiccia, è allora che il nostro corpo sta cercando di dirci che qualcosa non va.

Misura

I nostri escrementi non dovrebbero uscire in piccoli brandelli o palline, ma dovrebbero essere lunghi almeno un paio di centimetri e facili da espellere, e con la giusta consistenza.

Consistenza

Una consistenza delle feci ferma e morbida è da considerare normale. Se oscilla troppo in un verso o nell’altro, invece, potremmo soffrire di problemi di digestione o di carenza di fibre.

Durata dell’evacuazione

Feci sane dovrebbero essere facili da evacuare. Teoricamente dovrebbero impiegare solo un minuto per uscire. Detto questo, alcune persone trascorrono un po’ più di tempo in bagno. Ad ogni modo, come regola generale, liberarsi dovrebbe durare non più di 10-15 minuti.

Frequenza dell’evacuazione

Curiosità: sapevi che la maggior parte delle persone fa la cacca ogni giorno alla stessa ora? In media, una persona con una digestione sana evacuerà le sue feci fino a tre volte al giorno, ogni giorno. Passare un giorno senza andare di corpo potrebbe suggerire una possibile stitichezza. Per correre ai ripari potrebbe semplicemente bastare bere più acqua.

La Bristol Stool Scale

Scala aspetto delle feci
La Bristol Stool Scale (o Bristol Stool Chart, o ancora Scala delle feci di Bristol) è uno strumento diagnostico, utile a classificare forma e consistenza delle feci umane. È suddivisa in sette tipologie, ognuna delle quali descrive una condizione. [1]

Tipo 1

Aspetto: piccoli grumi duri e separati che sembrano noci e sono difficili da espellere
Indicazioni: questi piccoli granuli in genere indicano stitichezza. Si tratta di una condizione che è tollerabile, se sporadica, ma che non dovrebbe succedere di frequente.

Tipo 2

Aspetto: a forma di tronco ma grumoso
Indicazioni: qui abbiamo un altro segno di costipazione. E ovviamente, anche in questo caso, non dovrebbe accadere frequentemente.

Tipo 3

Aspetto: a forma di tronco con alcune crepe sulla superficie
Indicazioni: questa è la condizione ideale in cui dovrebbero presentarsi le feci, soprattutto se è in qualche modo il “tronchetto” è morbido e facile da far passare.

Tipo 4

Aspetto: liscio e simile a un serpente
Indicazioni: anche questo tipo di escrementi è considerato normale.

Tipo 5

Aspetto: feci piccole, come il tipo 1, ma morbide e facili da espellere. Inoltre, presentano dei bordi netti.
Indicazioni: questo tipo di cacca significa che ti mancano le fibre e dovresti trovare il modo di aggiungerne un po’ alla tua dieta. Mangia più cereali o verdure.

Tipo 6

Aspetto: soffice e molle con bordi frastagliati.
Indicazioni: questa consistenza troppo morbida potrebbe essere un segno di lieve diarrea. Prova a bere più acqua o succo di frutta per migliorare la situazione.

Tipo 7

Aspetto: completamente acquoso, senza pezzi solidi.
Indicazioni: in altre parole, hai la diarrea. Ciò significa che le tue feci si sono mosse molto rapidamente nelle viscere e non si sono formate in escrementi sani.

Il significato del colore delle feci umane

Come per dimensioni e consistenza, anche il colore delle feci può essere un segnale utile su ciò che accade all’interno del tuo corpo. Come accennato in precedenza, le diverse tonalità di marrone sono ciò che è considerato normale.
Anche un verde leggero è, in genere, sano. Ma se la tua cacca sta virando verso altri colori, è il caso di capire bene cosa sta succedendo.

Nere

Se hai assunto liquirizia, integratori di ferro o farmaci per il bismuto (come il Pepto-Bismol), questo potrebbe spiegare le feci nere. Se non ne hai ingerito nulla di tutto ciò, escrementi neri potrebbero essere un segno di sanguinamento nel tratto gastrointestinale superiore.
Può sembrare che il rosso sia un colore più probabile per questo tipo di preoccupazione, ma poiché ci vuole un po ‘di tempo per l’espulsione, il sangue rapprende e quindi diventa più scuro.

Verdi

Come abbiamo già detto, la tendenza al verde delle feci è in realtà abbastanza normale. Se si tratta pero di un verde pieno, significa una delle due cose: o hai ingerito molti alimenti verdi (come ad esempio gli spinaci) o le tue feci ti attraversano troppo velocemente, conservando più sali biliari.

Bianche o troppo chiare

Se le tue feci sono bianche, pallide, e sembrano ricoperte da una patina di gesso, probabilmente ti manca la bile, ossia un fluido digestivo che viene prodotto dal fegato e dalla cistifellea. In questo caso, è possibile che il tuo dotto sia bloccato.
La cacca troppo chiara potrebbe anche essere un effetto collaterale di alcuni farmaci, come quelli anti-diarrea. Ad ogni modo, se continua, probabilmente dovresti consultare un medico.

Rosse

Feci colorate di rosso possono significare sangue. Questo può dipendere dalle emorroidi o dal sanguinamento nel tratto intestinale inferiore. Ad ogni modo, davanti a escrementi di questo colore, non è necessario agitarsi immediatamente. Sono esserci altri motivi per questo cambio di colore. Alimenti come barbabietole, mirtilli rossi, gelatina rossa o succo di pomodoro possono, infatti, rendere rossa la cacca.

Gialle

Le feci untuose, puzzolenti e gialle sono in genere un segno di troppo grasso. Questo potrebbe anche essere in diretta relazione con un disturbo come la celiachia, in cui il corpo non assorbe abbastanza nutrienti.

Cosa significa quando le feci galleggiano?

Se dopo aver evacuato le feci galleggiano nel water vuol dire che sono meno dense del solito. Una potenziale ragione di questa mancanza di densità può derivare da una maggiore presenza, al loro interno, di gas o acqua.
È anche possibile che il malassorbimento sia, ancora una volta, la ragione di questo restare sopra la superficie dell’acqua, ma in tal caso sarebbero presenti anche altre delle anomalie precedentemente menzionate (ad esempio una lieve stitichezza).

Cosa significa stitichezza?

La stitichezza, o costipazione, è definita dall’avere meno di tre movimenti intestinali a settimana.
Possono esserci molte ragioni perché questo avviene. Blocchi o problemi nervosi dentro e intorno al colon o al retto possono rallentare la discesa degli escrementi verso l’evacuazione, così come i problemi ai muscoli pelvici. Anche le condizioni che colpiscono gli ormoni, come la gravidanza o il diabete, potrebbero essere responsabili.
Se stai vivendo questa sensazione, puoi correggere la tua alimentazione aggiungendo più alimenti ricchi di fibre come fagioli, verdure, frutta e cereali integrali. Bere molti liquidi, mantenersi attivi e alleviare lo stress sono tutte buone pratiche che possono aiutare a risolvere la costipazione.

Quando dovresti vedere un dottore?

Se le feci anormali si presentano per più di un paio di giorni dovresti agire e parlare con un medico. Lo stesso vale per i cambiamenti che sono meno preoccupanti, come i cambiamenti di colore o la costipazione.
La costipazione cronica, infatti, può diventare un problema serio e ostruire le viscere, mentre la diarrea cronica può rendere difficile l’assorbimento dei nutrienti necessari all’organismo. Sia la costipazione cronica che la diarrea cronica potrebbero anche essere un segnale per condizioni di salute più gravi.
Detto questo, presta attenzione a eventuali segni di sangue. Se non hai mangiato nessuno degli alimenti descritti sopra dovresti consultare immediatamente un medico.

Fonti

Approfondimenti

Pubblicato da Stiledivitasano

La redazione di Stiledivitasano è composta da professionisti del settore medico, esperti di fitness, giornalisti, sociologi, psicologi e nutrizionisti, pronti a dare consigli mirati su come migliorare il proprio stile di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Logo cnr